IMPARIAMO DAI FATTI

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE

 

Storia

 CLASSE   2^     a. s.   2011/2012

 Premessa

 

La storia, intesa come certezza di ciò che è avvenuto e presa di coscienza del proprio passato, è un’esigenza fondamentale dell’uomo ed è presente, allo stato potenziale, anche nel bambino: è importante, perciò, stimolare questo bisogno di conoscenza ed educarlo attraverso un approccio equilibrato alla disciplina. Ciò che si intende realizzare è un percorso di formazione che conduca il bambino a prendere coscienza del tempo, come categoria fondamentale del divenire umano, a percepire la testimonianza, intesa nelle sue varie forme, come strumento unico per attingere la conoscenza di ciò che è avvenuto e per ricostruire i fatti senza alterazioni o approssimazioni. Il piano di lavoro qui delineato rappresenta la reiterazione e l’approfondimento del percorso avviato nel precedente anno scolastico e l’avvio di un cammino molto più lungo che si snoderà negli anni a venire. Le attività in esso proposte, costituiscono, nella loro propedeuticità, gli elementi fondanti sui quali gli alunni andranno a costruire le successive acquisizioni e conoscenze.

 

Conoscenze

 

  1. I diversi significati della parola “tempo”
  2. La successione temporale lineare: i termini indicatori della successione temporale
  3. La successine temporale ciclica: andamento ciclico di alcuni fenomeni naturali e nella vita quotidiana
  4. La relazione di contemporaneità: i termini indicatori della contemporaneità
  5. Le trasformazioni: i cambiamenti irreversibili prodotti dal tempo
  6. La misurazione del tempo: suddivisione cronologica, lettura dell’orologio e del calendario,
  7. Modalità di ricostruzione dei fatti e degli eventi: approccio alla ricostruzione storica attraverso il reperimento di tracce/documenti

 

Il tempo passa e Gerardo è un abile coordinatore di gruppo
Il tempo passa e Gerardo è un abile coordinatore di gruppo

Competenze/Comuni anvhe alla Lingua italiana

 

  • Raccontare in modo ordinato fatti vissuti e narrati
  • Ricostruire in sequenze temporali le fasi di un racconto, di una situazione, di un avvenimento.
  • Rappresentare graficamente una serie di azioni che si succedono con ordine
  • Individuare ritmi nell’alternarsi delle situazioni
  • Individuare e riutilizzare scansioni temporali
  • Rievocare e valutare la durata delle azioni
  • Memorizzare e fissare una successione temporale: prima, adesso, poi, infine, i giorni della settimana, i mesi.
  • Usare gli strumenti di misurazione oggettiva del tempo: orologio e cronometro
  • Cogliere i rapporti di causa –effetto negli avvenimenti relativi all’esperienza personale e descriverli usando i relativi nessi logici
  • Rievocare fatti e avvenimenti del proprio passato attribuendone significatività
  • Reperire materiali utili alla ricostruzione dei fatti ricordati
  • Usare le testimonianze per raccogliere informazioni

 

Metodologia

 

Le attività proposte per l’avvio alla storia consentiranno ai bambini di recuperare le esperienze quotidiane offerte dall’ambiente e, nello stesso tempo, lo indirizzano verso la storia civile e sociale degli uomini. Partendo da situazioni stimolo che saranno individuate di volta in volta in racconti, esperienze di gruppo, giochi , simulazioni e osservazioni, sarà dato ampio spazio alla discussione collettiva e alla riflessione che permettono agli alunni di condividere le conoscenze e di giungere ad una sintesi collettiva degli argomenti considerati.

Verifica e valutazione

 

A conclusione di ogni unità di apprendimento si procederà alla rilevazione delle conoscenze acquisite attraverso la somministrazione di prove oggettive di diverso tipo quali schede di completamento, la descrizione a voce di un fatto, un luogo, la formulazione di semplici domande e/o ipotesi in relazione al problema analizzato.

La valutazione prenderà in considerazione anche i seguenti aspetti:

  • L’interesse e la partecipazione dell’alunno alle attività della classe
  • La frequenza e la coerenza degli interventi nelle fasi di elaborazione delle conoscenze
  • La capacità di gestire in modo autonomo le consegne ricevute

 


IRENE APPENA NATA ERA COSÌ
IRENE APPENA NATA ERA COSÌ